Lenti Progressive Varilux

Posso portare le lenti progressive? Il 98% delle persone le porta regolarmente.

I problemi delle lenti progressive tra mito e realtà

È abbastanza frequente quando ci si avvicina alle lenti progressive e ci si informa su qualità e pregi imbattersi in frasi e discorsi che ci mettono in allarme. È bene subito precisare che molte di queste considerazioni sono vere e non frutto di fantasie ma che, dati alla mano, sono ormai acqua passata.
Se infatti era vero e tangibile che le difficoltà di adattamento alle lenti progressive erano legate a spiacevoli sensazioni come malessere o qualcosa di simile al ‘mal di mare’ è altrettanto vero che in questi ultimi il progresso tecnologico è stato così poderoso da rendere vecchie e inattuali queste considerazioni.
In poche parole oggi il 98% delle persone possono usare le lenti progressive e non avere nessun tipo di problema legato all’adattamento: grazie alle nuove tecnologie ci si abitua molto prima e più facilmente perché è stato ribaltato il concetto. Non siamo più noi ed i nostri occhi a doverci adattare a loro, ma viceversa sono le lenti che grazie alla tecnologia si adattano alle abilità visive di ognuno.
Di conseguenza sono scomparse le sensazioni legate ad un possibile l’effetto “mal di mare”, ed in più si è raggiunto un campo visivo sempre più ampio, grazie anche ad una tecnologica dedicata che permette di costruire e calibrare le lenti sulle precise e distintive caratteristiche visive di ogni singola persona.
Questo, della personalizzazione e della specificità dell’intervento, è sempre più un elemento che caratterizza sia la qualità di un Centro ottico moderno. Perché se è vero che le lenti ormai sono ad un livello tecnologico di assoluta qualità è però altrettanto vero che per considerare nella pienezza e nella consapevolezza tutte le informazioni che servono è necessario avere personale preparato.

La storia delle lenti progressive

360px-bernard_maitenazLa storia delle lenti progressive è interessante perché svela quanto sia decisivo il ruolo dell’industria e della ricerca, ma soprattutto quanto sia stato decisivo l’intervento e la creatività di un giovane ingegnere francese: Bernard Maitenaz. Nato nel 1926, vicino a Parigi, poco dopo i 20 anni, con una specializzazione in ottica e una Laurea in Ingegneria, si mette al lavoro per correggere un difetto visivo del padre. Si domanda come fare ad evolvere dal rudimentale assemblaggio di due lenti, messe sulla stessa montatura, una in alto per vedere da lontano ed una in basso per vedere da vicino. Quelle erano da secoli le lenti bifocali. Portavano con sé un passaggio tanto brusco in termini visivi, quanto innaturale.
Pur mantenendo questo tipo di concetto – visione da lontano nella parte alta della lente, la visione intermedia nella parte media e la visione da vicino nella parte bassa – cosa si poteva studiare e realizzare in concreto?
All’inizio degli anni ’50 un primo brevetto dette il via alla produzione delle moderne lenti progressive e alla fine degli anni ’50 cominciò la distribuzione dei primi modelli. La prima lente progressiva messa in commercio venne denominata Varilux. Ancora oggi, associata a questo marchio, viene distribuita in gran parte del mondo la lente progressiva, anche se cambia la denominazione in relazione al grado di innovazione che via via raggiunge: Varilux Multi-Design, Varilux Panamic (2000) Varilux Ellipse (2004), Varilux Physio (2006), Varilux Ipseo (2008) e Varilux S (2012).

Come scegliere la giusta lente progressiva?

Per la scelta di una lente progressiva è fondamentale il ruolo che svolge un Centro Ottico di fiducia, non solo per la evidente importanza che viene ad avere in una scelta rilevante per la qualità visiva dello strumento. Cioè conoscere bene ed a fondo, cosa offre il panorama della produzione, e di conseguenza essere aggiornati e formati sulle novità e specificità.
Ma è altrettanto evidente che è indispensabile sapere valutare con attenzione il problema a monte, con un’attenta valutazione dell’occhio, delle caratteristiche della persona. Perché è un dato oggettivo che il 98% delle persone che hanno in uso le lenti progressive mostra un alto grado di soddisfazione e di adattamento, ma è altrettanto vero e dimostrato che questo dato lo si è raggiunto grazie al lavoro di formazione e di crescita dei Centri Ottici.

Centro Ottico Lippi: tutto quello che c’è da sapere per scegliere la lente progressiva adatta a te.

Con la certezza del risultato, con la garanzia dell’efficacia. Lippi sceglie al meglio per te fra le centinaia di proposte che presenta il mercato, è importante sapere, è importante scegliere.

Scopri dove trovarci!
adminLenti Progressive Varilux